Settembre, mese saltellante.

domenica 21 settembre 2008

L'estate è passata, fra alti e bassi, io sono bene o male andata avanti con i miei impegni universitari. Infondo temevo peggio, se pensavo a come avevamo passato l'estate scorsa, con una crisi maniacale dopo l'altra, questa è stata un'estate di relativa calma. Le crisi arrivavano, ma passavano abbastanza in fretta.
Adesso è giunto il mese strano, settembre. I cicli sono velocissimi da un po' di giorni a questa parte. Arrabbiature eccessive per minimi problemi seguono tranquillità e serenità in un ciclo continuo che dura tutto il giorno, e poi il giorno seguente, e quello dopo ancora. Impossibile non incapparci dentro, perché non si ha il tempo, noi familiari, di capire come sta girando, e di comportarci di conseguenza. Ma non ho incubi, non ancora almeno. Cerco di continuare ad andare avanti con i miei impegni universitari, ma sono molto stanca, e il peso di quello che sto facendo si fa sentire, e l'ansia anche. Cerco di concentrarmi, ma ci vuole molta forza di volontà.

2 commenti:

Iperico Articolato ha detto...

Mia madre in questo periodoè ugualmente imprevedibile, nel bene e nel male. Io ormai cerco di auto-proteggermi cercando di vederla il meno possibile, poi però mi sento in colpa, e peggiora se possibile il mio stato. Devo trovare un modo per spezzare questo ciclo...anche perchè il lavoro pressa e DEVO essere lucido

Anonimo ha detto...

Scusami ma tu dove vivi? Con tua madre?